le malattie infettive dei cani

Le malattie infettive dei cani (parte 1)

Consigli utili per capire come comportarsi quando il proprio cane contrae delle malattie infettive.

È molto importante che chi vive con uno o più cani conosca i sintomi e le conseguenze delle malattie infettive più comuni degli amici a 4 zampe. Con questo post inauguriamo una piccola rubrica dedicata proprio alla prevenzione di queste malattie iniziando con la Rabbia, la Leptospirosi e la Parvospirosi.

> Scopri anche i cibi da evitare nell’alimentazione del cane

LA RABBIA

[cml_media_alt id='203']le malattie infettive dei cani[/cml_media_alt]

La rabbia è causata dal Rhabdovirus e può essere trasmessa all’uomo attraverso la saliva (quindi anche in caso di morsi). In questo periodo storico, nel nostro Paese è molto rara, ma non deve comunque essere sottovalutata, soprattutto da chi lascia il cane libero di scorrazzare per la campagna o per i boschi in solitudine.

Sintomi: aggressività, ipersensibilità, febbre, mancanza dell’equilibrio, convulsioni, schiuma alla bocca, paralisi.

Conseguenze: se non individuata e curata velocemente, la rabbia porta alla morte certa.

Prevenzione: esistono appositi vaccini che consigliamo a tutti i cani che vivono all’aperto o che entrano in contatto con altri cani (al parco, ad esempio).

LA LEPTOSPIROSI

[cml_media_alt id='205']le malattie infettive dei cani la leptospirosi[/cml_media_alt]

È una malattia causata dal batterio Leptospira. Può essere contratta anche dall’uomo attraverso le urine di un animale infetto, la terra o l’acqua inquinata dal batterio entrando in contatto con le mucose o con eventuali ferite. Principalmente, questa malattia viene trasmessa dai topi o dai ratti.

Sintomi: vomito, perdita di peso, febbre, ittero, sangue nelle urine e dolore diffuso. A volte non si manifestano nelle fasi iniziali della malattia.

Conseguenze: anche in questo caso, la malattia, cronicizzando la situazione, se non curata con specifici antibiotici, può portare alla morte.

Prevenzione: esistono dei vaccini che possono prevenire la leptospirosi. Tuttavia, consigliamo di evitare il contatto con i laghi bassi e caldi, con le acque stagnanti e con le carcasse di animali morti per cause non accertate.

LA PARVOSPIROSI

[cml_media_alt id='204']le malattie infettive dei cani la parvospirosi[/cml_media_alt]

La parvospirosi è una malattia molto pericolosa soprattutto per i cuccioli che può essere curata con reidratazione e antibiotici specifici. Un cane affetto deve essere curato in isolamento.

Sintomi: diarrea (che può diventare emorragica), vomito, perdita di peso, febbre molto alta o temperatura molto bassa.

Conseguenze: molto spesso i cuccioli non sopravvivono a questa malattia; per i cani più grandi ci sono invece delle probabilità di sopravvivenza nel caso di cure tempestive.

Prevenzione: l’unica prevenzione possibile è il vaccino. Anche se in un particolare periodo della vita di un cucciolo il vaccino può non essere sufficiente a causa di alcune interferenze con gli anticorpi passivi.

> Scopri tutte le altre malattie infettive dei cani

Vuoi saperne di più sulle

malattie infettive dei cani?

Contattaci!

Tags: , ,

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento